PRIMO PIANO

Quando e come si versa l’imposta sugli aerei privati?

30 Aprile 2013 in Domande e risposte
L’imposta va versata al momento della richiesta di rilascio o di rinnovo del certificato di revisione dell’aeronavigabilità e per l’intero periodo di validità del certificato stesso,  calcolata sulla base degli importi annui.
Se il certificato ha validità inferiore ad un anno, l’imposta è dovuta nella misura di un dodicesimo dell’importo annuale, moltiplicato per il numero di mesi.
Per il versamento dell’imposta occorre utilizzare il modello “F24 versamenti con elementi identificativi”, riportando il codice tributo “3368”.
In caso di ravvedimento operoso, devono essere indicati i codici tributo “8935” per la sanzione e “1930” per gli interessi.
 
Se impossibilitati a utilizzare il modello F24, si può effettuare il versamento con un bonifico in euro a favore del Bilancio dello Stato italiano (Capo 8 – Capitolo 1223), indicando:
  • codice Bic: BITAITRRENT;
  •  causale del bonifico: generalità del contribuente tenuto al versamento, identificativo dell’aeromobile (marche di nazionalità e di immatricolazione), codice tributo e periodo di riferimento;
  •  Iban: IT35 Z010 0003 2453 4800 8122 300.
in caso di omissione è prevista una sanzione (L n. 471/1997), pari al 30% dell’importo non versato. Per versamenti effettuati entro 15 giorni, la sanzione è ridotta a un importo pari a un quindicesimo (2%) per ciascun giorno di ritardo.
 
 

I commenti sono chiusi