LAVORO » Previdenza e assistenza » Contributi Previdenziali

Avvocati: contributi previdenziali 2021 e novità per il versamento

13 Settembre 2021 in Domande e risposte

Il Consiglio di Amministrazione della Cassa Forense, ha deliberato di prorogare al 31.12.2021 il termine ultimo per il pagamento dei contributi minimi 2021. Ricordiamo che per gli iscritti alla Cassa Forense, è previsto il pagamento dei seguenti contributi:

  1. Contributo soggettivo di base
  2. Contributo integrativo
  3. Contributo di maternità
  4. Contributo modulare volontario

Dal 15 settembre 2021 sarà attivata la possibilità, per gli iscritti a Cassa Forense, di pagare tramite il modello F24 anche l’integrazione del contributo soggettivo minimo (di cui agli artt. 25 e 26 del Regolamento Unico della Previdenza Forense), consentendo anche la compensazione con i crediti vantati nei confronti dell’Erario (Risoluzione AdE n. 56/E). Si tratta della facoltà, nei primi otto anni di iscrizione alla Cassa, anche non consecutivi, di integrare il versamento del contributo minimo soggettivo con riferimento ad ogni singola annualità, per coloro che hanno prodotto un reddito inferiore a 10.300 euro, per aver riconosciuto l’intero anno ai fini pensionistici.

Per questo motivo sono stati istituiti due nuovi codici tributo:

  • E105 denominato “CASSA FORENSE – integrazione contr. minimo soggettivo (12 mesi) 
  • E106 denominato “CASSA FORENSE – interessi integrazione contr. minimo soggettivo

Contribuzione 2021

  • il contributo minimo soggettivo, pari a € 2.890,00, salvo le agevolazioni previste per i primi anni di iscrizione
  • il contributo integrativo dovuto in autoliquidazione (mod.5) pari al 4% effettivo sul Volume d'affari Iva.
  • il contributo integrativo minimo. Non è dovuto per gli anni dal 2018 al 2022. Anche per tali anni resta comunque dovuto il contributo integrativo nella misura del 4% dell’effettivo volume d’affari IVA dichiarato. 
  • il contributo di maternità non dovuto per il 2021

Vediamoli nel dettaglio:

  1. Il Contributo soggettivo di base proporzionale al reddito, è determinato come segue:
    • 15% sul reddito netto professionale dichiarato ai fini IRPEF fino al tetto pensionabile;
    • 3% sul reddito eccedente il minimale.
      È in ogni caso dovuto un contributo minimo soggettivo intero pari a euro 2.890,00 con riduzione del 50% * nei casi previsti dall’ art. 7 comma 2 e art. 8 del Regolamento ex art. 21 L. 247/2012, limitatamente ai primi otto anni di iscrizione alla Cassa. 
  2. Contributo integrativo
    È dovuto dagli avvocati iscritti agli albi e dai praticanti abilitati al patrocinio iscritti alla Cassa nella misura del 4% con il modello 5 relativamente al volume di affari IVA (calcolato detraendo l'importo del contributo integrativo già assoggettato ad IVA. 
  3. Contributo di maternità
    Per l'anno 2021 il contributo di maternità non è dovuto.
  4. Contributo Modulare Volontario
    Per i soli iscritti alla Cassa non pensionati di vecchiaia, in sede di invio telematico del mod. 5/2021, è data facoltà di esercitare l’opzione per versare volontariamente un ulteriore contributo modulare con una percentuale ricompresa fra l’1% e il 10% del reddito professionale netto, dichiarato ai fini IRPEF entro il tetto reddituale previsto anno per anno. 

Modalità di versamento e scadenze

I contributi minimi soggettivo, integrativo e il contributo di maternità, sono riscossi tramite M.Av., da produrre autonomamente collegandosi al sito www.cassaforense.it – “Accessi riservati – posizione personale – M.Av”. Il pagamento di norma deve essere effettuato in quattro rate entro i termini di scadenza di seguito indicati:

  • 28 febbraio : I rata 
  • 30 aprile : II rata 
  • 30 giugno : III rata 
  • 30 settembre : IV rata (comprensiva anche del contributo di maternità)

Come abbiamo anticipato la Cassa Forense ha disposto il rinvio al 31 dicembre 2021 del termine ultimo per il pagamento dei contributi minimi 2021 dovuti dagli avvocati alla cassa. 

Il versamento dovrà essere effettuato tramite bollettini Mav o Modelli F24 precompilati e personalizzati (in quest’ultimo caso sarà consentita anche la compensazione con i crediti vantati nei confronti dell’erario) con le seguenti scadenze: 

  • 31 dicembre 2021: termine per il pagamento della contribuzione soggettiva minima obbligatoria dovuto per l'anno 2021. 
  • 31 dicembre 2021: termine per il pagamento dell’intero contributo di maternità dovuto per l'anno 2021. 
  • Emissione straordinaria 31 ottobre 2021: termine per il pagamento della contribuzione minima obbligatoria dovuta dai neo iscritti nell’anno. 
  • Contributi dovuti in autoliquidazione Mod.5/2021
    • 31 dicembre 2021: termine per il pagamento dei contributi in autoliquidazione connessi al mod. 5/2021 (1° e 2° rata). 
    • 30 settembre 2021: termine per l'invio telematico del mod. 5/2021.
  • CONTRIBUTI VOLONTARI/FACOLTATIVI ANNO 2021:
    • 31 dicembre 2021: termine per il pagamento VOLONTARIO del contributo soggettivo modulare. 
    • 31 dicembre 2021: termine per il pagamento FACOLTATIVO dell’integrazione del contributo minimo soggettivo per il riconoscimento, ai soggetti legittimati, dell’intera annualità previdenziale.

Comunicazione reddituale Modello 5

La comunicazione obbligatoria – mod. 5/2021 – relativa al reddito professionale netto e al volume d’affari dichiarati per l’anno 2020, deve essere inviata da tutti gli iscritti agli Albi Forensi, nonché dai praticanti iscritti alla Cassa, esclusivamente in via telematica tramite la sezione “accessi riservati – posizione personale”,disponibile sul sito www.cassaforense.it. L’identificazione del dichiarante avviene mediante l’utilizzo del codice meccanografico e del codice PIN. I contributi obbligatori dovuti in autoliquidazione sono calcolati automaticamente dal sistema informatico della Cassa, una volta inseriti i dati reddituali, sulla base dello status previdenziale individuale. 

 TERMINI ORDINARI DI SCADENZA

  • 30 settembre di ciascun anno per l'invio del modello 5;
  • 31 luglio di ciascun anno per il pagamento in unica soluzione ovvero della 1ª rata dei contributi dovuti in autoliquidazione (Il termine di pagamento della prima rata, ordinariamente fissato al 31.7, per il 2021 è stato differito al 31.12.2021);
  • 31 dicembre di ciascun anno per il pagamento della 2ª rata dei contributi dovuti in autoliquidazione.

Per maggiori informazioni www.cassaforense.it

I commenti sono chiusi